E’ nata Giorgia!!!


Minori non si ferma più e vede sbocciare un altro fiore nel prato della speranza e della gioia con tutta la comunità che si rallegra per questi lieti eventi e tanti ne attende ancora.

Presso la clinica Sanatrix di Napoli, Tanja Gambardella ha dato alla luce Giorgia, una splendida bambina di quasi tre chili di peso per la felicità del neo papà Mario Civale.

Auguri alla nonna materna Maria, con zia Jessica e Salvatore ed i cuginetti Samuel e Vittoria, a zia Alessia e Mario con la piccola Mia. Ed auguri anche al simpatico ed amato nonno Gerardo Gambardella che dal Cielo starà festeggiando l’arrivo della nipotina.

Auguri ai nonni paterni, la maestra Trofimena Florio e Gerardo Civale , ‘o priore, con gli zii Francesca e Daniele ed i cuginetti Raffaele e Manuel, auguri a zio Daniele Civale il quale ad un solo giorno dalla ordinazione sacerdotale viene investito da cotanto gaudio. Davvero un periodo di forti emozioni per queste famiglie.

Vive felicitazioni a Tanja e Mario per lo splendido dono di Giorgia che il Signore ha riservato per loro.

E’ nata Trofimena


Una grande bella notizia ci giunge in questa data dedicata a San Giovanni Battista e Minori può festeggiare dopo sette anni la nascita di una Trofimena, a pochi giorni dall’inizio dei festeggiamenti di luglio. Una bambina che porta il nome della Santa Protettrice per noi minoresi è motivo di grande gioia perchè oltre ad onorare la Patrona si mantiene in “vita” il suo nome, una volta usanza di ogni famiglia, segno tangibile di sconfinata devozione ed ora evento sempre più raro.

Presso l’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, Maddalena Cioffi ha dato alla luce Trofimena, una splendida bambina che porta tanta felicità al neo papà Luigi Aceto, il quale starà vivendo una emozione incredibile per aver ricevuto questo immenso dono, lui che fin da bambino è servitore instancabile della Santa Martire e ha nel Cielo mamma Trofimena Fraulo che di sicuro starà gioiendo tra gli Angeli per la nascita della bimba che porta il suo nome.

Auguri ai nonni materni, Nunzia D’Amato e Raffaele Cioffi, a nonno Salvatore Aceto, a zia Milly con zio Antonio ed il piccolo Emmanuel, alla bisnonna Giuseppina, agli amorevoli pro zii Michele e Giovanni Fraulo.

Vive felicitazioni a Luigi e Maddalena!!!

E’ nato Michele


Minori stamattina si è svegliata con una bellissima notizia per l’arrivo di un bebè ad una govane coppia di minoresi che per lavoro si è trasferita in Svizzera.

Ieri sera, poco dopo le 22, presso l’ospedale di Zurigo, Martina Esposito ha dato alla luce Michele, uno stupendo bambino del peso di ben quattro chili per la felicità del neo papà Giuseppe Apuzzo.

Martina e Giuseppe sono la coniugazione dell’amore vero. Lui che si laurea e diventa un affermato ingegnere informatico assunto a tempo record in Svizzera, lei che resta nel paesino. Una distanza troppo grande per due che si amano. La separazione dura poco perchè Martina raggiunge il suo Giuseppe ed ora arriva Michele a rendere ancora più salda e gioiosa questa unione.

Auguri ai nonni materni, Lidia Di Landro e Cherubino Esposito, con gli zii Aniello e Sofia, Cristian e Antonietta, con i cuginetti Gabriel e Melissa, auguri ai nonni paterni Annamaria Della Monica e Michele Apuzzo, i quali gestiscono una rinomata frutteria, auguri anche a zia Rosa e zio Lorenzo.

Il piccolo Michele ha la fortuna di poter vantare anche tre bisnonni. C’è “cumpà” Luigi Di Landro, un gigante d’uomo, figura di spicco della borgata Monte che a novant’anni lavora ancora nei suoi terreni, e poi ci sono in quel di Cava De Tirreni nonna Giuseppina e nonno Ugariello Della Monica, quest’ultimo famoso in tutta la costiera perchè per una vita intera è stato una presenza fissa nei mercati della “divina” per la vendita di frutta e verdura.

Vive felicitazioni a Giuseppe e Martina….siete giovani e quindi ci aspettiamo altri cuccioli da poter annunciare al mondo!!!

Ciao Guido

A Minori abbiamo finalmente rivisto il Venerdì Santo come da tradizione dopo due anni di privazione. Tutto stupendo, almeno fino alla brutta notizia giunta a pochi istanti dalla processione che ci ha lasciati attoniti: la scomparsa di Guido Bonito, per noi tutti Guidariello.

Stentavo a crederci, l’avevo visto il giorno prima all’ora di pranzo, il tempo di una battuta e ci siamo salutati. Quello che è accaduto dopo è incredibile.

Guidariello a Minori è stato una leggenda, l’icona della dolce vita, l’uomo fascinoso con la fama di rubacuori, dal portamento signorile, sempre elegante, che viaggiava per il mondo, ti raccontava le avventure con i compagni di una vita, Pasquale, Mario, Franco, Massimo e altri ancora, storie che non ti stancavi mai di ascoltare, poteva vantare inoltre autorevoli amicizie ma alla fine stava bene con tutti e soprattutto si è fatto volere bene da tutti.

Quando da ragazzi in estate oziavamo al lungomare davanti al bar lo vedevi andare verso il lido con i Ray Ban a specchio, camicia sbottonata, tutto abbronzato, era un continuo dire:” Nu juorno vulesse essere comme a Guidariello”.
Una esclamazione ripetuta di continuo da chissà quante persone.

Personalmente ricordo i tanti pomeriggi trascorsi davanti al bar, le spedizioni verso Cava e Salerno da dove tornavamo divertiti perchè con Guido c’era da farsela sotto dalle risate, tirava fuori di continuo battute e sfottò esilaranti. Con lui anche qualche bella e indimenticabile serata.

Stravedeva per i bambini, anche per i miei, soprattutto per la prima, ogni quando mi incontrava mi chiedeva:” Addo sta a russulella?”, non mancando di regalare palline, caramelle e per ultimo mi portò un angioletto di ceramica al negozio per darglielo.

Guido ha saputo godere appieno della vita e quando l’ho conosciuto meglio ho scoperto una persona di grandi valori, generoso, dedito agli affetti familiari per i quali non ha esitato a sacrificarsi nel momento del bisogno. Una gran bella persona.

Ciao Guido, resterai nei nostri ricordi e nei nostri racconti!!!

E’ nato Christian!!!


L’Epifania tutte le feste porta via ma non a Minori e Maiori perchè da noi le belle giornate non sono finite per la nascita di una nuova vita, una lieta novella che porta gioia alle nostre comunità.

Presso la clinica “Malzoni” di Avellino, alle 9.48, Angelica Solofra ha dato alla luce Christian, uno stupendo bebè di oltre tre chili di peso per la felicità del papà, Michele Festa, e del fratellino Gabriel.

Auguri ai nonni materni, Andrea Solofra e Anna Celio, con zio Francesco e zia Fabiana, auguri ai nonni paterni, Alba e Augusto, fondatori e gestori del noto e rinomato bar ristorante “Eldorado” di Maiori, con la zia Federica e Andrea e i piccoli Sofhia e Alfonso.

Vive felicitazioni a questa famiglia che si accresce di numro e di emozioni!!!

E’ nato Davide!!!


La Befana era impaziente di partire a bordo della sua scopa e dal suo sacco comsegna in anticipo un bellissimo fagottino per la comunità minorese che negli ultimi tempi è stata benedetta dal Cielo e ha regisrato numeri da record per le nascite.

Presso l’ospedale “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”, alle 12.15, Trofimena Gatti ha dato alla luce Davide, uno stupendo bebè che va a fare compagnia al fratellino Matteo e alla sorellina Sara, e porta tanta gioia al papà, Antonio Mammato.

Auguri ai nonni paterni, Vincenzo, ‘o Shop, e la consorte Rosanna Mogavero, auguri alla nonna materna Maria Ruocco del “Bar 52”, e al nonno Lino Gatti, il grande presidente che con tutti questi nipotini forse rifonderà un’altra squadra di calcio. Auguri a tutti gli zii ed ai cuginetti.

Vive felicitazioni a questa bella e numerosa famiglia!!!

E’ nato Federico


Chiusura del 2021 col botto a Minori che nel giro di qualche ora vede nascere due nuove vite che portano una luce di speranza e di ottimismo per il nuovo anno e per il futuro del paese.

Presso l’ospedale di Nocera Inferiore, Bianca Civale ha dato alla luce Federico, un bellissimo bambino che porta tanta felicità al papà, Andrea Esposito, ma soprattutto realizza il sogno di Flavia, la quale tanto desiderava un fratellino.

Davvero un bel regalo di Natale per Bianca e Andrea, esperto pasticciere di Sal De Riso col quale sperimenta sempre nuovi dolci e nuovi gusti, ma niente potrà mai superare questi capolavori, Flavia e Federico, creati insieme alla sua dolce metà

Auguri al nonno materno, Mario, con zio Ugo, ai nonni paterni, Orsola e Giovanni, con zia Mena. Ed un pensiero per nonna Rita che dal Cielo avrà goduto per l’arrivo di un altro nipotino.

Vive felicitazioni a questa bella famiglia che si accresce e celebra nel migliore dei modi le festività natalizie!!!

E’ nato Emmanuel


Si vede che Babbo Natale non aveva ancora esaurito i regali da distribuire e con la sua slitta raggiunge Minori per la consegna di un dono speciale che rende felice una giovane coppia del posto e tutta la comunità minorese.

Presso l’ospedale “San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona”, Emilia “Milly” Aceto ha dato alla luce Emmanuel, uno splendido bambino del peso di ben quattro chili atteso con gioia dell’emozionato papà, Antonio Zuppardo.

Auguri al nonno materno, Salvatore Aceto, con zio Luigi e zia Maddalena, e dagli affezionati pro zii Michele e Giovanni, auguri al nonno Remo con zia Maria. Si rallegrano dal Cielo le nonne, Trofimena e Argentina, due donne eccezionali che, seppur non potranno stringere tra le braccia il loro nipotino, saranno per sempre i suoi Angeli Custodi e lo veglieranno dall’Alto lungo il cammino di vita.

Vive felicitazioni per Milly, amorevole operatrice del micronido comunale, e ad Antonio, grande appassionato di fotografia, il quale non vede l’ora di immortalare Emmanuel con una infinità di scatti.

E’ nata Beatrice


A Minori la novena di Natale inzia con un giorno di anticipo con la grande festa per la nascita di una nuova vita, un dono che porta speranza nel futuro per la nostra comunità.

Presso l’ospedale “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, poco dopo le dieci di stamane, Ileana Nuschese ha dato alla luce Beatrice, una splendida bambina che porta tanta felicità al papà, Mario Sicignano.

Tanti auguri ai nonni materni, Simona Bonito e Gaetano Nuschese, i quali nemmeno due mesi fa avevano gioito per la nascita di un’altra nipotina, agli zii Valentina e Mario con la piccola Elettra, e a zia Sara. Auguri alla nonna materna, con le zie Rosy e Giusy, e un pensiero al nonno che dal Cielo festeggerà la sua nipotina.

Vive felicitazioni a questa famiglia che si arricchisce del tesoro più grande che possa esistere su questo mondo!!!

Ciao Mastu Giggino


Oggi Minori si risveglia con tanta tristezza per la scomparsa di mastro Luigi Avitabile, abile artigiano della lavorazione del legno e uno degli uomini più buoni del nostro paese.

Un grande dispiacere trovare serrate le porte della sua falegnameria nel vicoletto di Santa Lucia, regno del buon Luigi che per tanti anni ha servito con le sue abili mani tanti clienti ed ha anche accolto innumerevoli i passanti.

In realtà la sua non era una semplice attività bensì un luogo dove ritrovarsi e scambiare due chiacchiere con il sempre disponibile Giggino. Sia che piovesse e c’era bisogno di ripararsi sotto l’arco antistante la su attività sia per cercare un pò di ombra nella piena calura dell’estate trovavi qualcuno che si intratteneva insieme a lui.

“Giggì stai ‘o frisco ‘e ngrazia ‘e Dio dint’ a stu magazzin'”, e lui annuiva sorridente perchè la sua falegnameria gode della frescuria anche se fuori ci sono quaranta gradi.

Era un rito di primo mattino, lui che era un pezzo d’uomo, trovarlo con la sua pagnotta a fare colazione, con l’immancabile operatore ecologico che posava il carrellino e gli faceva compagnia. E via via, durante tutto il giorno, il postino, l’operaio, una sosta continua di amici e gente comune per due parole o per un semplice saluto.

Io mi fermavo almeno un paio di volte al giorno andando al giardino perchè era davvero un piacere. Giggino oltre al falegname era anche amante della terra, appena aveva un pò di tempo si recava nella sua proprietà dove metteva in pratica la sua inclinazione contadina e ne parlava ogni volta con entusiasmo. Una volta mi costruì un tavolone in legno, per la lavorazione del maiale, ed i sostegni li ricavò da ceppi di limone che gli scesi dal giardino. Un vero artista.

Sempre disponibile se doveva sistemare mobili e infissi della Chiesa, molto devoto di Santa Trofimena e Santa Lucia, aveva una grande fede e la sua era una presenza fissa alle funzioni religiose.

Un grande uomo, di buon cuore, un bravo padre di famiglia che è riuscito a trasmettere la passione per il legno anche ai suoi figli, Andrea e Alessandro, che di sicuro porteranno avanti con orgoglio gli insegnamenti di Giggino.

Noi che l’abbiamo voluto bene lo ricorderemo con affetto e un velo di malinconia ogni qualvolta passeremo dinanzi alla sua bottega.

Ciao Mastu Giggino!!!